In Questo Articolo:

L'Amministrazione della sicurezza sociale offre due programmi di reddito per le persone con disabilità: l'assicurazione per l'invalidità della previdenza sociale e il reddito di sicurezza supplementare. Indipendentemente dal fatto che possiate o meno possedere una proprietà in affitto e ricevere benefici dipende in parte dal programma per il quale vi siete qualificati e da quanto reddito locativo percepite. Importa anche se il reddito da locazione è considerato guadagnato o non guadagnato in base alle norme SSA.

Donna che si siede in sedia a rotelle con laptop al tavolo della cucina, sorridente

Donna in sedia a rotelle con laptop a casa.

SSI significa test

SSA paga i sussidi SSI in base alla necessità di persone con disabilità che non si qualificano per SSDI oi cui benefici SSDI sono bassi. La proprietà di una proprietà in affitto di solito squalifica qualcuno dall'ottenere benefici, perché un destinatario SSI non può possedere più di $ 2.000 in beni o, per le coppie sposate, $ 3.000. Inoltre, l'importo del sussidio inizia a diminuire quando il reddito non guadagnato supera i $ 20 al mese o il reddito guadagnato supera i $ 65 al mese.

Limiti di reddito SSDI

Quando una persona con disabilità ha lavorato e pagato la tassa di sicurezza sociale abbastanza a lungo, può beneficiare dei benefici SSDI. Non vi è alcun limite al possesso di beni come con SSI, ma ci sono limiti di reddito. A partire dal 2014, un destinatario SSDI con reddito da lavoro mensile superiore a $ 1,070 o $ 1,800 se cieco, può perdere i suoi benefici. Il reddito derivante dall'affitto di una stanza o di una singola unità di solito conta come reddito non guadagnato e non influisce sui benefici dell'SSDI. Tuttavia, se il reddito da locazione immobiliare è considerato reddito da lavoro autonomo, è un reddito da lavoro e conta contro il limite di reddito applicabile.


Video: Consiglio Comunale del 26 Luglio 2017