In Questo Articolo:

Il "New York Times" riportò che nel 2011 il prezzo medio di un nuovo veicolo acquistato negli Stati Uniti era vicino a $ 30.000, mentre il prezzo medio di un veicolo usato da uno a tre anni era poco più di $ 23.000. Con l'aumento del prezzo delle auto nuove e usate, non sorprende che molti consumatori provano qualche forma di rimorso del compratore e cercano modi per annullare l'acquisto. Tuttavia, la cancellazione di un acquisto di auto potrebbe non essere possibile, e quando lo è, potrebbe non essere così facile come alcuni pensano.

Si può annullare un contratto con il veicolo non prendendo possesso?: acquisto

Controlla attentamente il contratto di vendita prima di firmarlo.

Diritto di cancellare

Contrariamente a quanto si crede, non esiste alcun diritto federale per un consumatore di cancellare l'acquisto di un veicolo entro un periodo di tre giorni, una volta che il contratto di vendita è stato firmato. Alcuni stati possono offrire ai consumatori una qualche forma di periodo di riflessione. Ad esempio, in California, i concessionari sono tenuti a offrire, per l'acquisto, un diritto di due giorni per annullare le vendite di veicoli usati di $ 40.000 e inferiori. A meno che il tuo contratto non disponga di una lingua specifica che prevede il diritto di recesso, sei il proprietario dell'auto dopo aver firmato tutti i documenti. Il rivenditore non ha alcun obbligo di riportare la macchina indietro se si cambia idea, anche se si sceglie di non guidare la macchina fuori dal parcheggio.

Fornitura di annullamento offerta dal rivenditore

Alcuni concessionari offriranno ai clienti il ​​diritto di annullare l'acquisto di un veicolo. Dovrai rivedere il tuo contratto di acquisto per vedere se questo diritto si applica a te. I rivenditori che offrono il diritto di recesso hanno spesso stipulazioni che dichiarano che perderai i depositi che potresti aver pagato, o che potrebbero dover pagare un costo di riassortimento o di elaborazione.

Il finanziamento cade attraverso

Se si sta finanziando l'acquisto del veicolo tramite il concessionario, potrebbe essere possibile uscire dall'acquisto se il finanziamento non è stato completato nel punto iniziale di vendita, o se i termini sono stati modificati dal rivenditore. Ad esempio, un rivenditore può consentire a un acquirente di guidare una macchina a casa in attesa dell'approvazione finale del finanziamento. Entro pochi giorni il rivenditore contatta l'acquirente e fa sapere al compratore che i termini originali non sono stati approvati e che l'acquirente deve riportare la macchina al concessionario, dove l'acquirente dovrebbe accettare un tasso di interesse più elevato o condizioni meno favorevoli per essere in grado di mantenere l'auto. In questo caso, dovresti essere in grado di restituire l'auto, con il concessionario necessario per restituire il deposito e la permuta applicabili.

Negoziare con il rivenditore

Se la tua situazione è cambiata, prova a negoziare con il rivenditore per vedere se il rivenditore ti consentirà di ritirarti dall'accordo. Poiché spesso non vi è alcun mandato legale che imponga al rivenditore di consentire l'annullamento, è necessario affidarsi alla buona volontà del rivenditore nei confronti dell'utente e della propria situazione per negoziare un esito positivo.

Lasciando l'auto

Se si sceglie di lasciare il veicolo presso un concessionario dopo aver firmato il contratto di vendita, questo può essere considerato un recupero volontario da parte dell'utente. Un recupero volontario inciderà negativamente sulla tua situazione creditizia e non ti assolverà necessariamente da ogni responsabilità finanziaria per l'auto. Il detentore del diritto di ritenzione può tentare di raccogliere la differenza tra ciò che si deve e ciò che l'auto alla fine ha venduto.


Video: The Things Dr Bright is Not Allowed to Do at the SCP Foundation