In Questo Articolo:

Fatture commerciali e buoni del Tesoro sono entrambi investimenti a breve termine. Quando ne acquisti uno, stai prestando denaro all'emittente del conto - denaro che torni, con gli interessi, quando il conto matura. Le differenze principali tra di loro derivano dal fatto che i conti del Tesoro sono emessi dal governo federale, mentre le fatture commerciali provengono dal settore privato.

L'uomo calcola costi e spese e utilizza il laptop per la ricerca

Le differenze tra una fattura commerciale e un buono del tesoro

Fatture commerciali

Le fatture commerciali, comunemente denominate "carta commerciale", sono strumenti di debito a breve termine non garantiti che una società o altra organizzazione privata utilizza per assicurarsi di disporre di denaro sufficiente a copertura dei costi operativi. Le fatture commerciali sono in genere vendute in tagli da $ 1 milione in su. Di solito hanno scadenze molto brevi, che spesso maturano da un giorno all'altro e sono generalmente emesse a tassi di interesse di mercato.

Buono del Tesoro

I buoni del Tesoro, noti anche come buoni del Tesoro, sono titoli di debito pubblico degli Stati Uniti con una scadenza inferiore a un anno. Sono venduti in tagli da $ 1.000 in su, di solito con una scadenza di uno, tre o sei mesi. I buoni del Tesoro non vengono con un tasso di interesse collegato a loro; invece, i buoni del Tesoro sono venduti attraverso l'offerta competitiva e pagano il loro valore nominale alla scadenza. Il rendimento del titolare, quindi, è la differenza tra il prezzo pagato e il valore nominale. Diciamo che paghi $ 995 per un T-bill da $ 1.000 con una scadenza di sei mesi. Alla scadenza, ricevi $ 1.000. Il tuo rendimento è di $ 5, o 0,5 per cento di $ 1.000, in sei mesi - l'equivalente di un rendimento annuale dell'1 per cento.

Differenza nel rischio

I buoni del tesoro sono un investimento a basso rischio rispetto alle fatture commerciali per un semplice motivo: è molto meno probabile che il governo degli Stati Uniti non rispetti i propri obblighi di debito. Nessun conto del Tesoro è mai andato in default, mentre ci sarà sempre qualche azienda o un'altra in bancarotta. I buoni del tesoro sono sostenuti dalla "piena fede e credito" del governo degli Stati Uniti - un governo che ha il potere di aumentare le tasse o stampare denaro per rimborsare gli investitori. Le bollette commerciali, d'altra parte, sono essenzialmente sostenute dalla reputazione della società che le ha emesse; gli investitori hanno solo la promessa di rimborsare quella società.

Differenze nel ritorno

Per convincere gli investitori ad accettare un rischio più elevato, devi promettere loro un rendimento potenziale maggiore. I titoli del Tesoro sono ampiamente considerati i titoli a più basso rischio disponibili, quindi possono offrire agli investitori un rendimento basso. (In realtà, il tasso di rendimento pagato dai Treasuries è indicato in finanza come il tasso "privo di rischio"). Qualsiasi debito che comporta un rischio maggiore rispetto ai Treasuries - che è quasi un debito - deve pagare un rendimento più alto del Treasuries. Quindi è con le fatture commerciali. Il rendimento offerto dalle fatture commerciali di un'azienda dipende dalla visione del mercato di quanto rischiose saranno. Solide società consolidate con livelli di indebitamento esistenti piuttosto bassi di solito saranno in grado di pagare meno interessi sulla loro carta commerciale rispetto alle società giovani, in difficoltà o afflitte dal debito.


Video: Acquisto BTPi - Btp Italia indicizzati all'inflazione italiana