In Questo Articolo:

Il sistema di welfare è stato istituito negli anni '30 per aiutare le famiglie devastate dalla depressione. I programmi sono stati criticati perché la loro struttura ha reso difficile per le persone tornare al lavoro. Spesso i lavori iniziali non pagavano abbastanza per sostenere una madre e i suoi figli, ma il ritorno al lavoro rendeva il beneficiario non idoneo per i benefici. Gli sforzi di riforma fiscale negli anni '90 hanno cercato di ristrutturare il programma di welfare per incoraggiare la partecipazione alla forza lavoro integrando salari minimi invece di negare i benefici quando i beneficiari sono tornati al lavoro. Ciò ha sollevato la questione della tassazione sul reddito limitato guadagnato.

I beneficiari del benessere pagano le tasse?: pagano

L'imposta sulle vendite viene evitata solo utilizzando i buoni pasto.

Benessere

I programmi di welfare sono programmi gestiti dallo stato finanziati da sovvenzioni federali tramite il programma TANF (Temporary Assistance to Needy Families). Le borse TANF richiedono ai destinatari di lavorare almeno a tempo parziale entro due anni dal ricevimento delle prestazioni. L'assistenza è determinata caso per caso e può essere fornita sotto forma di buoni pasto, assistenza in denaro per integrare le retribuzioni, consolidamento del debito e assistenza abitativa. Ogni stato interpreta queste esigenze in modo diverso e amministra i suoi programmi di conseguenza.

Reddito imponibile e ritenute

Il reddito guadagnato per il lavoro svolto è generalmente tassabile. I lavoratori a basso reddito, in particolare quelli con figli a carico, possono beneficiare di un'assistenza supplementare attraverso il benessere. I pagamenti dell'assistenza non sono imponibili, né i pagamenti per l'assistenza ai figli o per la sicurezza sociale. Se si ricevono i sussidi sociali per integrare un piccolo stipendio, non si guadagna abbastanza per pagare le imposte sul reddito e si può dichiarare esenti per l'anno. Tuttavia, il tuo datore di lavoro deve ancora trattenere le imposte Social Security e Medicare.

Il credito d'imposta sul reddito guadagnato

Il credito d'imposta sul reddito guadagnato (EITC) consente alle famiglie a basso reddito di allungare i loro dollari per far fronte alle spese. Ha lo scopo di aiutare le famiglie a passare dal welfare al lavoro sostenibile integrando i lavori a basso reddito, mentre i genitori imparano un'abilità commerciale o vendibile. I genitori qualificati ricevono l'EITC come rimborso fiscale, anche se non hanno pagato alcuna imposta sul reddito per l'anno. È disponibile per genitori a basso reddito che lavorano a sostegno di uno o più bambini di età inferiore ai 18 anni. I sussidi di assistenza sociale e di mantenimento dei figli non sono considerati come entrate nel calcolo dell'ammissibilità dell'EITC.

Imposta sulle vendite

Tutte le persone pagano le tasse di vendita per almeno alcuni acquisti. Anche stati come la Pennsylvania, che non tassano cibo e vestiti, tassano altre necessità, come shampoo e lampadine. I beneficiari del welfare sono soggetti a queste tasse, proprio come tutti gli altri.


Video: Omnibus - Se il rischio-Italia lo pagano i giovani (Puntata 04/02/2017)