In Questo Articolo:

Le aziende possono segnalare sia i guadagni GAAP sia i guadagni diversi da quelli GAAP per scopi diversi. Le aziende calcolano i guadagni GAAP seguendo i principi contabili generalmente accettati per fornire coerenza e comparabilità, mentre possono generare guadagni non GAAP senza sottoscrivere regole come un modo alternativo per valutare le performance degli utili di determinate aree di business che GAAP potrebbe non coprire. In generale, i guadagni GAAP sono una misura del rendimento complessivo degli utili di un'azienda, mentre i guadagni non GAAP sono manovre delle prestazioni degli utili di un'azienda per scopi specifici di analisi e pubblicità.

Guadagni GAAP

Le aziende riportano i loro guadagni GAAP nel conto economico standard. La costruzione di un conto economico deve seguire alcune regole GAAP. Il principio di riconoscimento dei ricavi e il principio di congruenza delle spese determinano quali voci di ricavo e di spesa possono essere inserite in una dichiarazione di reddito. Senza uno standard così universale, è impossibile confrontare le attuali performance degli utili di un'azienda con le sue performance passate e le prestazioni di altre società.

Guadagni non-GAAP

Le aziende possono rilasciare i loro guadagni non-GAAP in base all'esigenza del management di enfatizzare le prestazioni degli utili di particolari aree operative. I guadagni non-GAAP sono spesso più pubblicizzati per attirare maggiormente l'attenzione degli investitori. Quando si utilizzano entrate non GAAP, le società possono escludere determinati elementi di spesa che la direzione ritiene insignificanti per le loro operazioni correnti. Tali esclusioni di spesa aiutano a migliorare le prestazioni degli utili. Al contrario, qualsiasi inclusione di elementi di entrate non GAAP come depositi dei clienti o proventi in contanti prepagati si traduce anche in migliori numeri di guadagni.

Performance dei guadagni complessivi

Gli utili GAAP tendono ad essere inclusivi in ​​quanto considerano utili sia dalla sezione operativa che dalla sezione non operativa, dalle operazioni continue e cessate, dalle voci inusuali e dalle voci straordinarie. Un altro termine per i guadagni GAAP è l'utile netto per lo più segnalato, che incorpora tutte le voci di ricavo e di spesa in un conto economico. Tuttavia, i guadagni GAAP potrebbero non essere utili per analizzare la situazione dei flussi di cassa di una società, che ha particolare rilevanza per i creditori, poiché i guadagni GAAP sono basati sul principio della competenza piuttosto che sulla base del contante.

Prestazioni degli utili specifici

Mentre i guadagni non GAAP possono avere la tendenza a manipolare i numeri degli utili, forniscono anche usi legittimi sia per gli investitori che per la gestione. A volte, gli investitori preferiscono determinati guadagni non GAAP per valutare meglio le prestazioni chiave di alcune operazioni aziendali, perché i guadagni GAAP sono non specifici e troppo inclusivi. Ad esempio, gli analisti finanziari escluderebbero gli attuali oggetti insoliti o straordinari che si verificano raramente in modo da poter meglio prevedere le future prospettive di crescita di un'azienda.


Video: Analisi fondamentale e tecnica sull'azionario: come trovare le opportunità migliori