In Questo Articolo:

Una cattiva reputazione può portarti l'immortalità del rock'n'roll, ma quando si tratta di vendere, la maggior parte di noi vuole solo le cose buone. Ora, grazie a uno studio australiano appena pubblicato, abbiamo un'idea di cosa sia quel cartellino del prezzo.

I ricercatori dell'Università di Tecnologia di Sydney hanno recentemente scoperto che i consumatori sono disposti a pagare circa il 9 percento in più per un prodotto venduto da un'azienda con una buona reputazione. Quel numero sale se il prodotto viene fornito con caratteristiche speciali desiderabili. Questo studio ha usato i televisori come un caso di prova. I partecipanti hanno rivelato che erano più propensi ad acquistare una TV da un produttore con una buona reputazione, anche senza le campane e i fischietti; le caratteristiche speciali da sole non le hanno costrette a comprare di più un prodotto.

In generale, guadagnare e mantenere un buon marchio funziona per tutti i lati dell'equazione aziendale. Questo non significa affermare che è facile, ovviamente. Come afferma il coautore Paul Burke in un comunicato stampa, "Le aziende devono lavorare sodo per comunicare che sono responsabili dal punto di vista ambientale e sociale, sostenere le buone cause, avere un ambiente di lavoro positivo, leadership eccellente e performance finanziarie, e fare del loro meglio per mitigare i danni al marchio ".

In un'epoca di sempre maggiore comunicazione con i marchi, è per questo che è importante per le aziende conoscere i vantaggi di tutto, dalle buone scuse alle pratiche commerciali etiche. Anche se sei un business più piccolo, le cose come interagire con commenti online, diventare verdi e aumentare i salari di un solo dollaro possono pagare enormi dividendi ai clienti.


Video: HO TROVATO il MODO di CAMBIARE YOUTUBE per SEMPRE – Ecco L’ANTI DISSING DEFINITIVO! *assurdo*