In Questo Articolo:

I punteggi di credito possono essere un argomento delicato a livello individuale. A livello nazionale, tuttavia, gli americani stanno facendo scandalosamente bene, considerando gli incendi fiscali che abbiamo attraversato nell'ultimo decennio. In un certo senso, il nostro credito sta andando meglio che mai.

Nell'ottobre 2009, un anno dopo la Grande Recessione, i nostri punteggi FICO hanno toccato il fondo a livello nazionale a 686. Secondo il creditore Experian, questo è il punteggio più basso di un punteggio buono. Ecco perché è così impressionante che i punteggi medi di FICO sono aumentati da allora. In effetti, l'ultimo punteggio medio, pubblicato a settembre, è un solido 704.

Come una generazione, sfortunatamente, i millennial stanno ancora lottando: nell'aprile 2018, l'ultima volta che FICO ha esaminato i suoi dati, i giovani millennial (alcuni dei quali sono in realtà Gen Z, 18-29) avevano una media di 659, un punteggio equo alto. I vecchi millennial nella fascia da 30 a 39 anni sono usciti a 677. La coorte che ha più probabilità di avere un punteggio FICO vicino alla nuova media nazionale è di 50 anni in su.

Detto questo, i millennial sono i più afflitti dal debito degli studenti. Siamo anche i più attenti ai nostri punteggi di credito in generale, il che ci rende più propensi a migliorare il nostro comportamento creditizio. Alcuni esperti sottolineano che ci sono modi per badballare il tuo punteggio di credito, ma generalmente il cattivo credito invecchia dal tuo punteggio entro sette anni o meno. Infine, FICO stessa ha recentemente annunciato che inizierà ad offrire nuovi modi per migliorare il tuo punteggio di credito, semplicemente mantenendo buone abitudini di denaro.

Il rapporto di FICO abbatte ulteriormente i suoi risultati: leggilo per ulteriori approfondimenti sul futuro dei punteggi di credito.


Video: The Story of Nadia Comaneci, Gymnastics' Perfect 10 Icon | Legends Live On