In Questo Articolo:

La maggior parte degli emittenti di assegni si aspettano che i destinatari incassino gli assegni in modo tempestivo. Alcuni controlli includono anche le date di scadenza o la richiesta di annullamento dopo un certo periodo di tempo. Tuttavia, le banche possono ancora incassare la maggior parte dei vecchi assegni, anche se non sono obbligati a farlo. Tuttavia, dovresti contattare il pagatore, la tua banca e forse anche lo stato per assicurarti di poter incassare senza problemi il tuo assegno.

Registro degli assegni con penna

Un registro degli assegni.

Impara le politiche bancarie

Il Codice commerciale uniforme non richiede che una banca paghi un assegno di oltre sei mesi. Tuttavia, le banche hanno la possibilità di incassare vecchi assegni. Le politiche variano in base alla banca e al tipo di assegno. Non scoraggiate dagli assegni che hanno date di scadenza o dichiarate nulle dopo 90 giorni. Queste date di scadenza non sono vincolanti e possono essere derogate dalla banca.

Avvisa il pagatore

Se hai intenzione di incassare un assegno che ha più di sei mesi, fai sapere allo scrittore. Non tutti sono in grado di bilanciare il libretto degli assegni e incassare l'assegno in rosso. È possibile che l'individuo non abbia nemmeno più aperto l'account. Allo stesso modo, un vecchio datore di lavoro o un'azienda avrebbe potuto trasferire i fondi allo stato e redigere il controllo sui loro libri. Può sembrare imbarazzante chiamare così tanto tempo, ma è cortese e apprezzato dal pagatore.

Ottieni il controllo riemesso

Se impari che l'emittente di assegni ha chiuso il suo conto o potrebbe non disporre di fondi sufficienti, è meglio non incassare l'assegno. Se provi a incassare un assegno vecchio e questo viene rifiutato, alcune banche ti addebitano una quota di reso. Invece, dì al controllore emittente che annullerai l'assegno se potranno riemetterne uno nuovo.

Parla allo stato

Se hai un controllo molto vecchio, è possibile che il controllore abbia cancellato l'account e non ne abbia alcuna registrazione. Se l'emittente del controllo si rifiuta di emettere un nuovo assegno, si ricorre. Le aziende sono tenute a consegnare allo stato le retribuzioni non godute, i rimborsi e le provvigioni dopo un anno. Se lo facessero, la divisione di proprietà non reclamata del tuo stato registrerà il pagamento e potrà consegnarlo a te.


Video: CATTOLICA: Tentano di incassare un assegno rubato, due arrestati | VIDEO