In Questo Articolo:

L'imposta sulle plusvalenze è riscossa sulla vendita di immobili impiegati in un uso produttivo come investimento o per scopi commerciali. I terreni agricoli sono in genere utilizzati a fini commerciali e, in quanto tali, saranno soggetti all'imposta sulle plusvalenze al momento della vendita. Ci sono un paio di modi per minimizzare il carico fiscale sulle plusvalenze quando vendi la fattoria.

Come ridurre le plusvalenze sugli investimenti in terreni agricoli: agricoli

Quindi stai vendendo la fattoria.

Passo

Negozia con l'acquirente, assicurandosi di includere una contingenza nel contratto che richiede che l'acquirente collabori con te nel caso in cui tu scelga di perseguire uno scambio 1031.

Passo

Dividi il tuo contratto di vendita in due parti separate. Un contratto è quello di indirizzare la vendita della tua residenza principale e un secondo contratto per indirizzare la vendita del terreno agricolo o della superficie agricola associata.

Passo

Esercitare l'esenzione dall'imposta sulle plusvalenze su qualsiasi residenza che è stata la residenza principale per due degli ultimi cinque anni. L'importo dell'esenzione è di $ 250.000 per un individuo e $ 500.000 per una coppia.

Di conseguenza, la vendita della residenza privata separatamente dalla superficie agricola consente di eliminare completamente le implicazioni fiscali sulle plusvalenze su $ 250.000 o $ 500.000 del prezzo di vendita totale.

Passo

Avviare uno scambio 1031 sulla parte dei proventi delle vendite che riguardano la superficie produttiva.

Qualsiasi proprietà utilizzata per un uso produttivo in un'azienda o come investimento qualifica per un trattamento 1031. Separando la superficie dalla residenza privata, tutta la terra può essere classificata come posseduta per uso produttivo in un'azienda e in quanto tale si qualificherà per il differimento delle imposte in uno scambio 1031.


Video: Come stipulare un buon Preliminare di vendita immobiliare (Parte 1)