In Questo Articolo:

I depositi bancari sono un evento comune in cui i clienti depositano fondi nei loro conti. La banca deve fornire denaro al cliente ogni volta che vengono prelevati fondi; se non ritirate, tuttavia, le banche utilizzeranno normalmente i fondi come investimenti o prestiti ad altri clienti fino a quando il depositante non effettuerà un prelievo. Questo processo è significativo per quanto riguarda l'offerta di moneta e ha diverse conseguenze.

storicamente

Storicamente, gli economisti avevano difficoltà a decidere come inserire i depositi bancari nell'offerta di moneta. Dopotutto, diversi sistemi bancari hanno scelto diversi modi per rappresentare i depositi attraverso attività reali, come argento e oro o attraverso solo record. Questi sistemi sono cambiati nel tempo con la creazione con metodi di contabilità più accurati. Ciò ha portato ad alcune differenze nella teoria economica su come trattare i depositi bancari, specialmente all'inizio. Nel 1900, tuttavia, la maggior parte degli economisti concordava sul fatto che depositi e banconote dovessero essere considerati parte dell'offerta di moneta.

Risparmio e metodi di investimento

I depositi non sono solo una parte dell'offerta di moneta, ma la influenzano anche in modi importanti. I governi creano e distribuiscono denaro in tutta l'economia in risposta a fattori chiave come gli investimenti. Gli investimenti sono ampiamente possibili perché le persone possono trasferire ingenti somme di denaro risparmiando, trasferendo e prelevando fondi da conti bancari. I depositi bancari sono uno strumento primario per gli investimenti e senza di essi le imprese non sarebbero in grado di accedere a fondi da privati.

Creazione di denaro attraverso i depositi della domanda

Le aziende e gli individui possono anche ricevere fondi attraverso la banca stessa. Le banche possono influenzare l'offerta di moneta attraverso depositi a vista o prestiti che la banca finanzia attraverso i depositi in contanti che riceve. Utilizzando i tassi di interesse per creare il proprio profitto, le banche stanno anche creando denaro per aumentare l'offerta di moneta nell'economia. Le banche non possono utilizzare tutte le loro riserve per i prestiti, tuttavia - il governo richiede loro di mantenere una certa somma per soddisfare i prelievi.

Tasso di fondi federali

Il governo controlla anche l'offerta di moneta per influenzare l'inflazione e altre parti dell'economia attraverso il tasso dei fondi federali. Questo è il tasso al quale le banche si prestano reciprocamente, di solito per prestiti overnight che consentono alle banche di far fronte a obblighi a brevissimo termine o di raccogliere denaro per investimenti per un breve periodo di tempo. Poiché questi prestiti sono spesso milioni o miliardi di dollari, cambiare il tasso dei fondi federali è un modo semplice per modificare l'offerta di moneta nel suo insieme. Se è facile per le banche prendere in prestito denaro usando i fondi della Federal Reserve, non è necessario tenere a portata di mano grandi quantità di fondi. Se i tassi salissero, tuttavia, le banche risponderanno aumentando la loro riserva di riserve, contraendo l'offerta di moneta nel mercato aperto. Cambiare il tasso cambia anche le aspettative sui buoni del Tesoro, che sono un altro strumento che il governo usa per cambiare l'offerta di moneta.


Video: COME VI PORTERÒ FUORI DALL' EURO - Claudio Borghi