In Questo Articolo:

Quando vendi una casa, potresti voler utilizzare il finanziamento proprietario in modo che tu possa attrarre più potenziali acquirenti e guadagnare interessi. Se scegli di seguire questa strada, dovrai rispettare alcune regole stabilite dall'Internal Revenue Service. Finché si seguono le regole, può essere un modo degno di generare reddito.

Finanziamento del proprietario

Il finanziamento del proprietario può assumere una delle tante forme. A seconda dell'accordo, potrebbe comportare il tuo normale pagamento ipotecario e il pagamento da parte dell'acquirente ogni mese. Se si possiede la proprietà senza un mutuo su di esso, si può semplicemente fornire l'intero mutuo per l'acquirente. L'acquirente effettuerà semplicemente un pagamento ipotecario fino al completo pagamento della proprietà. In questo modo, ottieni il prezzo di acquisto e gli interessi.

Segnalazione del reddito da interessi

Quando ricevi un interesse da un mutuo finanziato dal venditore, devi segnalarlo all'Internal Revenue Service sulle tue tasse. Quando si tratta di segnalare questo tipo di interesse, è necessario compilare un piano B. In questo modulo, è necessario includere informazioni sull'acquirente. Ciò richiede di includere il nome dell'acquirente, l'indirizzo e il numero di previdenza sociale. L'acquirente è inoltre tenuto a farlo sulla sua dichiarazione dei redditi se reclamare una detrazione fiscale.

Nessun prestito di palloncini

Quando si imposta un accordo di finanziamento proprietario, non è consentito negoziare alcun pagamento di prestito di palloncini. In passato, i proprietari di casa potevano prendere i pagamenti regolari per diversi anni, quindi ottenere un pagamento in mongolfiera per il resto dovuto. Con l'atto Frank-Dodd approvato nel 2010, questo non è più permesso. Invece, i proprietari di case che utilizzano il finanziamento del venditore devono ammortizzare completamente il prestito, il che significa che deve essere pagato in rate mensili regolari.

Guadagni

Quando vendi una casa tramite il finanziamento proprietario, puoi potenzialmente distribuire le imposte sulle plusvalenze su ciò che ricevi. Tradizionalmente, quando vendi una casa che non è la tua residenza principale, devi pagare le imposte sulle plusvalenze sull'importo dello stesso anno. Dal momento che stai diffondendo la vendita della tua casa per diversi anni, devi pagare solo le tasse sulle plusvalenze sul capitale che hai ricevuto quell'anno.


Video: OSTAGGI della FOLLIA ECONOMICA - Guido Grossi