In Questo Articolo:

Forse hai ricevuto delle buone offerte d'asta e il tuo oggetto a lungo stivato è stato finalmente venduto su eBay per una somma ordinata. Sebbene possa aver guadagnato un po 'di soldi per l'accordo, potrebbe non essere necessario segnalarlo. Le regole dell'Internal Revenue Service coprono il mondo dell'asta online in modo molto dettagliato, ma il nocciolo è se hai venduto o meno un capitale fisso per un profitto significativo o hai delle vendite ricorrenti e stai operando un'attività redditizia. Se è così, le entrate sono segnalabili come reddito d'impresa, come con qualsiasi impresa di "mattoni e malta".

Persona di consegna maschio con una pila di scatole

Quando l'asta si chiude e gli articoli sono spediti, un utile su un grande capitale è un guadagno in conto capitale.

Guadagni e perdite di capitale

Nel caso di una singola vendita su eBay di un bene, il ricavato realizzato sulla base del costo è il guadagno in conto capitale, ed è riferibile all'IRS. Il bene potrebbe essere un'auto, un mobile, un'opera d'arte, un antico, una collezione o un immobile. Sia che tu lo venda attraverso un'asta online o attraverso un altro metodo, come un annuncio pubblicitario, le regole sulle plusvalenze rimangono valide. Se hai posseduto la risorsa per più di un anno, è un guadagno a lungo termine. Le attività detenute per meno di un anno sono guadagni a breve termine e può essere applicata un'aliquota fiscale diversa. Rapporti i guadagni e le perdite in conto capitale sulla Tabella D della dichiarazione dei redditi annuale. La vendita occasionale online di un oggetto economico, per tutti gli scopi pratici, non ha bisogno di essere segnalata.

Broker e venditori

L'IRS, al momento della pubblicazione, non richiede che eBay o altri siti di aste online riportino i proventi delle vendite. Né eBay riporta le vendite a qualsiasi agenzia fiscale statale. Se l'IRS alla fine decide di riclassificare eBay come broker online, tuttavia, le regole cambieranno: in tal caso, eBay sarebbe costretto a identificare i suoi venditori tramite il loro numero di previdenza sociale o numero di codice fiscale e riportare tutti i proventi delle vendite. In tal caso, riceveresti un avviso da eBay e una richiesta per le informazioni richieste, e le tue vendite all'asta verrebbero monitorate e segnalate.

Dove arriva il programma C.

Se vendi regolarmente oggetti all'asta su eBay o in base al sito per supportarti, hai un business secondo le regole dell'IRS. L'approccio più semplice è quello di impostarti come unico proprietario. Ciò significa compilare la Tabella C, le entrate o le perdite aziendali, per segnalare le vendite e le spese deducibili. Il reddito da lavoro viene quindi aggiunto a qualsiasi altro reddito che hai e tassato alla stessa velocità. Inoltre, completerai il programma SE per calcolare la tassa sul lavoro autonomo. È possibile detrarre una serie di costi sulla Tabella C, comprese le tariffe di eBay, le spese di viaggio e di autoveicolo, la pubblicità, le spese di spedizione, l'assicurazione e le forniture per ufficio.

Tasse sul commercio

Se il tuo stato richiede ai rivenditori di imporre una tassa sulle vendite, devi aggiungere tale imposta al costo del tuo articolo se il tuo acquirente è anche residente statale. È necessario segnalare l'importo delle imposte di vendita che si raccolgono e inviare tale importo allo stato con il modulo appropriato. Se si sta acquistando l'inventario per la rivendita, è possibile evitare l'imposta sulle vendite sugli articoli utilizzando un permesso di venditore o un certificato di esenzione fiscale. Gli Stati hanno aliquote diverse su articoli diversi e possono anche esentare determinati prodotti, come cibo o vestiti. Richiedi una guida alle imposte di vendita dall'agenzia fiscale del tuo stato per rimanere aggiornato sulle regole.


Video: