In Questo Articolo:

Il suicidio di una persona cara è una delle situazioni più angoscianti che una famiglia possa affrontare. Può anche essere complicato da preoccupazioni per l'assicurazione sulla vita trasportata dal defunto. Se una compagnia di assicurazione pagherà dopo un suicidio può dipendere da clausole nella politica e sulla legge dello stato.

Periodo di esclusione

La maggior parte delle polizze di assicurazione sulla vita include un "periodo di esclusione". Questo è un periodo di tempo dopo che la politica è stata acquistata per la prima volta, durante la quale il pagamento può essere contestato. Se la persona su cui è scritta la polizza muore durante il periodo di esclusione, la compagnia assicurativa indagherà sulla morte per determinare se ci fosse qualche informazione medica o di altra natura che non è stata divulgata al momento dell'acquisto della polizza. La maggior parte dei periodi di esclusione è di due anni.

Clausola suicida

Come parte di questo periodo di esclusione, la maggior parte delle politiche include clausole suicide. Questo tipo di clausole di solito specifica in via definitiva che la società non pagherà una polizza se la persona si suicida entro il periodo di esclusione. Vale la pena rivedere la piccola stampa nella politica per determinare se esiste una clausola suicida. Può essere non più di una frase o due, e potrebbe non includere la parola "suicidio" - potrebbe invece parlare di "autodistruzione intenzionale" o di un'altra frase legale. Se il pagamento viene negato, i soldi che hai pagato in premi saranno restituiti.

Onere della prova

Se il decesso si verifica entro il periodo di esclusione e non si tratta di un caso di suicidio ben definito, la compagnia di assicurazione può ancora decidere di contestare il pagamento. Tuttavia, l'onere della prova spetta all'assicuratore dimostrare che la morte era suicida e non casuale.

Legge dello Stato

L'assicurazione sulla vita è regolata a livello statale e ogni stato è diverso per quanto riguarda le esclusioni e le condizioni che consente alle compagnie di assicurazione di collocarsi sulle polizze. In Colorado, ad esempio, se il suicidio avviene più di un anno dal momento in cui la polizza è stata stipulata, la compagnia non può evitare di pagare. È essenziale verificare la tua legge statale in merito.


Video: Civitavecchia, salvato dalla polizia mentre tenta il suicidio