In Questo Articolo:

Un contratto di proprietà fondiaria, o un contratto di compravendita, è un contratto di affitto immobiliare che non prevede la partecipazione di un prestatore di terze parti. Il venditore non trasferisce il titolo finché l'acquirente non completa i pagamenti, a volte dopo decenni dalla firma del contratto. In molti stati, se l'acquirente ha un default in qualsiasi momento, perde tutto il capitale accumulato nella proprietà. La legge del Texas, tuttavia, è più protettiva nei confronti degli acquirenti.

Informativa pre-contrattuale

Il venditore deve fornire all'acquirente determinate informazioni prima che un contratto di terra sia firmato. In caso contrario, il compratore avrà il diritto di rescindere il contratto e recuperare i soldi pagati in base alle sue condizioni. Queste informazioni includono un sondaggio della proprietà, un elenco di eventuali privilegi o altri vincoli sulla proprietà, un rapporto delle condizioni della proprietà come la disponibilità di acqua corrente e una dichiarazione formale delle condizioni di finanziamento negoziate.

Requisiti del contenuto

Se le trattative contrattuali si svolgono in una lingua diversa dall'inglese, il venditore deve tradurre il contratto di terra e tutti i relativi documenti in quella lingua. Il contratto deve contenere una comunicazione al compratore che ha il diritto di recedere dal contratto entro 14 giorni dalla sua firma. Deve anche contenere una dichiarazione che avverte entrambe le parti che gli accordi verbali non riflessi nel contratto scritto non possono essere applicati.

Esecuzione del contratto

Dopo la firma del contratto, la legge del Texas impone al venditore di fornire al compratore una dichiarazione contabile annuale che includa l'importo pagato dall'acquirente, il saldo non pagato, il numero di pagamenti rimanenti, l'importo delle tasse e dei premi assicurativi pagati e il importo di eventuali proventi di assicurazione ricevuti per danni alla proprietà. Il venditore deve anche registrare il contratto di terra e tutte le comunicazioni precontrattuali con l'ufficio del registratore di terra locale.

Default dell'acquirente

Se l'acquirente viola il contratto per qualsiasi motivo, il venditore deve fornire al compratore un preavviso di inadempienza e consentire all'acquirente 30 giorni di rimediare alla violazione. In caso di inadempimento dell'acquirente, il venditore può intraprendere azioni di raccolta. Se il compratore non ha pagato oltre il 40 percento del prezzo d'acquisto totale o l'equivalente di 48 rate mensili, il venditore può presentare una petizione per riguadagnare il possesso e l'acquirente perderà tutti i pagamenti effettuati. Se l'acquirente ha pagato più di questo, il venditore deve dare al compratore un preavviso di 60 giorni, e in caso di inadempienza deve nominare un fiduciario per vendere la proprietà. Il venditore ha il diritto di riscuotere l'importo dovuto dal ricavato della vendita e l'acquirente è autorizzato a conservare eventuali eccedenze.


Video: Racism, School Desegregation Laws and the Civil Rights Movement in the United States