In Questo Articolo:

Il transfer pricing è il prezzo che le società collegate si fanno pagare reciprocamente per il trasferimento di beni e servizi. Supponiamo che una holding sia composta da due entità: un'azienda produce schede madri, mentre l'altra produce computer desktop completi. Naturalmente, il produttore di desktop avrebbe, quando possibile, acquistato le sue schede madri dalla consociata. Il prezzo che questa società affiliata addebita al produttore di computer per schede madri è il prezzo di trasferimento ed è una cifra critica per diversi motivi.

Uomini d'affari si stringono la mano.

Due uomini d'affari si stringono la mano.

Redditività

Le aziende prestano molta attenzione al livello preciso dei prezzi di trasferimento perché incideranno sulla redditività di entrambe le società. Tieni presente che entrambe le aziende sono di proprietà della stessa società di partecipazione o di singoli individui e che le schede madri possono essere vendute da una società all'altra a qualsiasi prezzo arbitrario. Maggiore è il prezzo di vendita delle schede madri, più proficuo sarà il produttore di schede madri, mentre i profitti del produttore del computer diminuiranno. Se entrambe le aziende sono interessate a valutare la loro reale redditività, il prezzo di trasferimento dovrebbe essere il più vicino possibile a un prezzo di mercato equo per il buon cambiamento delle mani.

tassazione

Poiché le imposte pagate dalle società sono direttamente proporzionali ai loro profitti, il prezzo di trasferimento inciderà anche sul debito fiscale delle due imprese coinvolte nella transazione. Se entrambe le società sono soggette alla stessa aliquota fiscale, l'impatto netto sulla fattura fiscale totale della holding per le due società sarà uguale indipendentemente dal prezzo di trasferimento. Questo perché più redditizio fai apparire una società su carta, meno redditizia sarà l'altra. Il risparmio fiscale in una società compenserà la responsabilità fiscale aggiunta nell'altra attività.

Elusione fiscale

A volte le due società coinvolte nei prezzi di trasferimento sono soggette a aliquote fiscali diverse. Un'azienda può trovarsi in uno stato o in un Paese in cui la tassazione come percentuale del profitto è inferiore, ad esempio. In tali casi, l'autorità fiscale deve tenere d'occhio i prezzi di trasferimento, in quanto la holding può ridurre il suo debito fiscale totale massimizzando la redditività della società soggetta a aliquote fiscali più basse e riducendo al minimo quella dell'altra. Se il produttore di schede madri paga tasse più alte, può addebitare al produttore del computer $ 1 per una scheda madre che dovrebbe costare 20 volte tanto. Il codice fiscale contiene disposizioni per prevenire tale abuso.

Misurare il commercio internazionale

Un altro obiettivo chiave nell'impostazione dei prezzi di trasferimento è misurare con precisione le importazioni e le esportazioni per le nazioni in cui si trovano queste entità. Se il produttore della scheda madre sembra addebitare $ 1 per un dispositivo che costa $ 15 per produrre e invia queste schede madri a un'altra nazione, le cifre del commercio internazionale saranno distorte. La nazione in cui si trova il produttore di schede madri sembrerà vendere prodotti di minor valore ad altri paesi. Analogamente, il paese in cui si trova il produttore di computer sembrerà acquistare solo una piccola quantità di materiali dall'estero e vendere il prodotto finito risultante a prezzi estremamente elevati, il che non è proprio il caso.


Video: 60 000 CREDITI VINTI!!! TROPPI QUIT! EUROBATTLE #2