In Questo Articolo:

Gli immigranti includono cittadini statunitensi, stranieri legali - non immigrati non immigrati - e immigrati privi di documenti che non hanno il diritto legale di soggiornare negli Stati Uniti. Tutti possono essere in grado di richiedere i vantaggi dell'Amministrazione della sicurezza sociale, a seconda delle circostanze specifiche.

Cittadini statunitensi

Qualcuno nato al di fuori degli Stati Uniti può diventare un cittadino degli Stati Uniti. Esistono diversi percorsi, ma la maggior parte degli stranieri segue le linee guida federali per diventare americani naturalizzati. Una volta che qualcuno diventa cittadino, la SSA la tratta come chiunque altro con cittadinanza. Si qualifica per gli stessi benefici della sicurezza sociale degli americani nativi in ​​base ai suoi guadagni o ai guadagni del coniuge. Ciò include le prestazioni pensionistiche e le prestazioni di invalidità per gli over 65.

L'Amministrazione per la sicurezza sociale afferma che i non cittadini non devono richiedere un numero di previdenza sociale se scelgono di non farlo. Uno studente che frequenta la scuola negli Stati Uniti e non lavora, ad esempio, non deve richiedere un numero di previdenza sociale. Solo i non cittadini che intendono lavorare hanno bisogno di una carta. Come un cittadino naturalizzato, un lavoratore straniero paga nel sistema ogni anno in cui lavora, guadagnando crediti con la SSA. L'ammontare dei suoi benefici si basa sul numero di crediti che guadagna.

Qui illegalmente

Secondo il National Law Immigration Center, la maggior parte degli immigrati privi di documenti paga nella previdenza sociale, utilizzando numeri di previdenza sociale falsi o duplicati. Tuttavia, non possono reclamare alcun beneficio a meno che non ottengano lo status legale. Non deve sempre essere la cittadinanza o lo status di residente permanente.

Nel 2014, ad esempio, il presidente Obama ha annunciato un'azione esecutiva che proteggeva 4 milioni di immigrati privi di documenti dalla deportazione. Questa azione non li rende cittadini, ma consente loro di lavorare legalmente negli Stati Uniti. Ciò li qualifica a pagare nella previdenza sociale e alla fine ricevere i sussidi di sicurezza sociale.

Vantaggi a 65 anni

Occorrono almeno 10 anni per ottenere crediti per beneficiare delle prestazioni di sicurezza sociale. Più anni un lavoratore inserisce prima del pensionamento, maggiori sono i benefici a cui ha diritto. Un lavoratore con abbastanza crediti può andare in pensione fin da 62 con benefici ridotti. Il pensionamento completo arriva tra 66 e 67 al momento della scrittura, a seconda dell'anno di nascita. A 65 anni un lavoratore può anche beneficiare di prestazioni di invalidità o, se il suo reddito è estremamente basso, per reddito supplementare di sicurezza. Un immigrato può qualificarsi per SSI anche se non ha crediti di sicurezza sociale.

Mancanza di tempo

Gli immigrati che versano nella previdenza sociale non sempre guadagnano abbastanza da reclamare benefici. Un rapporto del 2011 sul Social Security Bulletin ha rilevato che il 55% di quegli americani che non hanno mai usufruito di benefici sono immigrati che non hanno abbastanza esperienza lavorativa e guadagni di sicurezza sociale per qualificarsi. Questi includono:

• Immigrati che lavorano solo occasionalmente e non accumulano abbastanza crediti.

• Gli immigrati che arrivano quando hanno già 50 anni o più, spesso come genitori di cittadini americani. Ciò lascia loro poco tempo prima del pensionamento.

• Lavoratori i cui lavori non rientrano nel sistema di sicurezza sociale.

L'amministrazione Obama ha sottolineato che gli immigrati colpiti dall'azione esecutiva dovranno lavorare un decennio prima di poter beneficiare di prestazioni pensionistiche o di invalidità.


Video: 090612 La Guardia di Finanza di Vicenza dona capi di abbigliamento contraffatti alla Caritas