In Questo Articolo:

Non tutte le attività caritatevoli vengono create uguali, almeno non secondo l'Internal Revenue Service. Donare il tuo tempo a una causa caritatevole non porta gli stessi benefici fiscali di un contributo in denaro. In effetti, l'IRS non ti consente di dedurre alcun tempo di volontariato. Tuttavia, le spese associate al lavoro di volontariato possono essere deducibili se si specificano le detrazioni sulle imposte.

Volontari e senzatetto nella mensa dei poveri

Il volontariato può aiutare le persone, ma non abbasserà la bolletta delle imposte.

Il tempo volontario non è denaro

Il tempo che dedichi al volontariato non è deducibile, anzi è destinato a un'organizzazione caritatevole e anche il tuo lavoro richiede tempo. I contributi di beneficenza devono quasi sempre coinvolgere regali in denaro o articoli donati, non i tuoi servizi personali. Puoi fatturare ai clienti $ 50 l'ora per il tuo lavoro di contabilità, ma non puoi effettivamente addebitare all'IRS la stessa quantità per il lavoro simile che svolgi per la tua chiesa.

Traccia le spese

Mentre il tuo tempo non è deducibile, puoi detrarre le spese associate al tuo lavoro di volontariato. Se stai ospitando una raccolta fondi di beneficenza, puoi richiedere un importo pari ai costi sostenuti per l'acquisto. Il costo delle uniformi è deducibile se ti viene richiesto di indossarne uno per svolgere le tue mansioni di volontariato, purché l'uniforme non possa essere utilizzata come indumento di tutti i giorni. L'acquisto di una divisa da volontario in un ospedale è deducibile, ma l'acquisto di un nuovo abito per il personale della reception durante un evento di beneficenza non lo è. Un pomeriggio trascorso a riempire buste per un mailer qualificato senza scopo di lucro ti consentirà almeno di detrarre il costo del fermo e della spedizione richiesti.

Spese di viaggio

Alcune spese di viaggio per lavoro volontario sono deducibili, ma non ad un tasso che i viaggi di lavoro guadagnano. Per i viaggi locali, è possibile detrarre il chilometraggio, il gas, i parcheggi e i pedaggi relativi a quella specifica attività di volontariato, ma non i costi proporzionali dell'ammortamento o dell'assicurazione del veicolo. La detrazione per il lavoro volontario è di 14 centesimi al miglio a partire dall'anno fiscale 2014, piuttosto che dei 56 centesimi al miglio se il veicolo è utilizzato per le imprese. Se si prende l'autobus, taxi o metropolitana per attività di volontariato, tali costi possono essere detratti.

Costi di coaching

Se offri volontariamente i tuoi servizi a un team di giovani sportivi, le tue regole di detrazione sono le stesse di qualsiasi altra attività di volontariato. Finché l'organizzazione è riconosciuta dall'IRS come organizzazione qualificata, è possibile detrarre le spese ma non il tempo. A seconda di quanto viaggi fai nel corso del tuo coaching, tuttavia, potresti voler calcolare le tue spese in modo diverso. Dedurre direttamente il costo del gas speso per viaggiare in un torneo di vacanze in auto potrebbe essere un affare migliore rispetto al tasso di volontariato standard di 14 centesimi al miglio.

Organizzazioni qualificate

Per qualsiasi spesa volontaria da dedurre, devono essere per un ente di beneficenza qualificato riconosciuto dall'IRS. Dovrai dettagliare le tue detrazioni per richiedere eventuali spese di volontariato e non puoi richiedere alcuna detrazione per le spese per cui sei stato rimborsato. Le spese devono essere direttamente correlate all'attività di volontariato e relative solo a tale attività. Se stai acquistando cibo per una mensa dei poveri al supermercato e comprati i tuoi figli a pranzo come ricompensa per venire con te, quei pranzi non possono essere detratti ma il cibo designato per la cucina può.


Video: Agevolazioni fiscali per le O.d.V.. Nicola Campanella, consulente fiscale CSV Poiesis Brindisi