In Questo Articolo:

Che tu sia un insegnante che aiuta gli studenti a rispolverare le nozioni di base nei fine settimana, uno studente universitario che guadagna denaro extra prestando la tua esperienza ai tuoi compagni di classe o un tutor indipendente a tempo pieno, sei impegnato in un'attività commerciale e l'Internal Revenue Service richiede il pagamento delle imposte sul reddito.

Informazioni sul deposito fiscale per il tutorato: tuoi

L'IRS richiede ai tutor di pagare le imposte sul reddito sui loro guadagni.

Reddito di tutorato

Se lavori per una società di tutoraggio, la società dovrebbe o ritirare le tasse dal tuo stipendio, cosa rara per i tutor, o inviarti un modulo 1099 alla fine dell'anno che riporta l'importo pagato a te. Tuttavia, per il tuo lavoro di free-lance, i tuoi clienti tutor non pubblicheranno un 1099 che dichiara le loro spese per i tuoi servizi. Tuttavia, l'IRS richiede comunque che tu riferisca tutto il reddito che ricevi sul modulo 1040 sulla riga 12, reddito o perdita aziendale, utilizzando la Tabella C o la Tabella C-EZ, a seconda dei casi, per documentare i tuoi guadagni. Dopo aver tracciato le tue ricevute annuali per i tuoi servizi nella Tabella C o C-EZ, trasferisci quella cifra sul tuo 1040. Questo importo è incluso nel tuo reddito lordo e dovrai pagare le imposte sul reddito su di esso.

Tasse per il lavoro autonomo

Se il tuo guadagno netto annuale per il tuo servizio di tutorato supera i $ 400, a partire da agosto 2011, devi anche pagare la tassa sul lavoro autonomo sui tuoi guadagni. Poiché le tasse di previdenza sociale e Medicare non vengono trattenute dai tuoi guadagni di tutorato, a meno che tu non sia un impiegato tradizionale, l'imposta sul lavoro autonomo è uguale alla quota del dipendente e del datore di lavoro delle imposte FICA. L'aliquota attuale dell'imposta sul lavoro autonomo è del 15,3%. Anche se sei solo al liceo come tutor e tieni un'altra posizione a tempo pieno o parziale, devi tasse sul lavoro autonomo ai tuoi guadagni da tutor e qualsiasi altro guadagno dal lavoro autonomo.

Detrazione chilometrica

Se fai da tutor ai tuoi clienti nelle loro case o in un'altra posizione, potresti essere idoneo a fare detrazioni da chilometraggio in base alla distanza che hai guidato mentre lavoravi. Mentre l'IRS non ti consente di richiedere il chilometraggio tra la tua casa e il primo e l'ultimo posto che visiti con i clienti tutor, puoi richiedere il chilometraggio su tutti i viaggi tra le case dei clienti. Per richiedere una deduzione di chilometraggio - che era di 56,5 centesimi al miglio per gli affari nel 2013 e 56 centesimi al miglio per il 2014 - tenere traccia della guida relativa al tutor, registrando la data dei viaggi, la lettura del contachilometri quando si inizia e arriva in ogni luogo e una descrizione del viaggio. È possibile richiedere detrazioni di trasporto sulla Tabella C o C-EZ.

Tasse stimate e ritenute trattenute

Quando si pagano le imposte sul reddito e sull'occupazione autonoma sui propri guadagni di tutorato, l'IRS richiede di effettuare pagamenti fiscali stimati sui propri guadagni, depositati trimestralmente utilizzando il modulo 1040-ES. Se anche tu hai un lavoro tradizionale con ritenuta d'acconto, puoi regolare la ritenuta inviando un nuovo W-4 al tuo datore di lavoro, ordinandolo di trattenere un importo addizionale per coprire la tua responsabilità fiscale da tutorong. Calcola la trattenuta addizionale calcolando le tue entrate e le imposte sul lavoro autonomo sui tuoi guadagni da tutor e dividendo tale cifra per il numero di buste paga che ricevi ogni anno.


Video: La Fattura Elettronica