In Questo Articolo:

L'IRS non ha regole rigide su quanto tempo i contribuenti devono conservare i propri registri fiscali, ma emettono linee guida. I contribuenti dovrebbero conservare tutti i registri fiscali relativi a ciascun anno fiscale fino a quando il governo non avrà più il diritto legale di riscuotere le imposte arretrate o non pagate dal contribuente. Il codice fiscale federale ha statuti di limiti o scadenze in cui l'IRS deve agire per riscuotere le tasse o perdere il diritto di farlo.

Consigli fiscali: quanto tempo devo conservare i miei documenti fiscali?: quanto

I contribuenti dovrebbero conservare i propri documenti fiscali per sei anni nella maggior parte delle situazioni.

Linea guida generale di sei anni

L'IRS raccomanda ai contribuenti di conservare i registri fiscali per almeno il periodo di tre anni in cui il governo deve riscuotere le imposte sottopagate dai contribuenti. L'IRS può riscuotere ulteriori tasse per sei anni dai contribuenti che non hanno segnalato un reddito superiore al 25% del suo reddito imponibile lordo. Pertanto, i contribuenti dovrebbero conservare i documenti per almeno sei anni. Se l'IRS seleziona il contribuente per un controllo, il commissario delle imposte IRS può esaminare i record degli ultimi tre anni.

Eccezione alla conservazione dei record di sei anni

Per i contribuenti che chiedono investimenti e perdite di reddito da intermediazione, l'IRS raccomanda di conservare le ricevute fiscali e le registrazioni degli investimenti per almeno sette anni. Non vi è alcun limite di prescrizione per l'IRS per il recupero di crediti fiscali da parte di determinati contribuenti. L'IRS non ha scadenza per riscuotere le tasse dai contribuenti che hanno preparato dichiarazioni dei redditi false o fraudolente. Inoltre, l'IRS ha una quantità illimitata di tempo per riscuotere le tasse dai contribuenti che intenzionalmente o inavvertitamente non hanno presentato dichiarazioni dei redditi per un determinato anno. I contribuenti in queste situazioni dovrebbero conservare i record indefinitamente.

Documenti elettronici o ricevute di cassa

Oltre ai moduli fiscali e alle dichiarazioni dei redditi, i contribuenti devono conservare tutti i registri che dimostrano detrazioni, entrate e perdite sul modulo 1040. Questi documenti includono dichiarazioni W-2 generate dal datore di lavoro, 1099 registri e moduli di lavoro autonomo, registrazioni di conti di investimento e qualsiasi altra documentazione elettronica o cartacea che possa fornire prove di qualsiasi attività di investimento, reddito o detrazione fiscale.

Statuti statali e guida IRS

Ogni stato ha il proprio dipartimento delle entrate o delle imposte con statuti statali che possono prevedere periodi di limiti più lunghi rispetto a quelli consentiti dall'IRS. Inoltre, i contribuenti possono contattare l'IRS per richiedere le registrazioni delle dichiarazioni dei redditi che hanno depositato per gli anni precedenti e qualsiasi backup allegato al rendimento di quell'anno. I contribuenti possono ottenere il modulo 4506 ed elencare gli anni fiscali in cui richiedono i record.


Video: Sommersi dalle carte. Quali e per quanto tempo ci conviene conservarle? Enzo Carrella