In Questo Articolo:

Una servitù è un diritto in cui il proprietario di una proprietà concede l'uso di tutto o parte della sua proprietà senza cedere la proprietà. Le facilitazioni di utilità e i servitù di conservazione sono le due più comuni. L'IRS consente agevolazioni fiscali per entrambi, quindi è fondamentale conoscere la differenza ed essere certi di utilizzare i moduli corretti quando si presenta la dichiarazione dei redditi. L'abuso di servitù di conservazione ha indotto l'IRS a rafforzare i requisiti di segnalazione, quindi potresti scoprire che hai bisogno di più documenti che in passato per eseguire il backup della detrazione.

Utility Easements

Le facilitazioni pratiche sono le facilitazioni più semplici e tradizionali che un proprietario di immobili residenziali può incontrare. Le società di servizi potrebbero aver bisogno di utilizzare una porzione della vostra proprietà per pali e cavi telefonici, scarichi di emergenza, linee elettriche o tubi del gas sotto la superficie. Le società di servizi pubblici compensano il proprietario per l'accesso permanente, compresi eventuali danni alla proprietà nel contratto quando viene concessa la servitù. Qualsiasi pagamento ricevuto da un'utenza per servitù per l'accesso permanente è considerato una vendita di proprietà, non trattata come reddito o tassata nell'anno ricevuto. Invece, la base della proprietà è diminuita dalla quantità della servitù. Ciò influenzerà l'ammontare del deprezzamento annuale e l'utile in conto capitale soggetto a tassazione al momento della vendita della proprietà. In alcuni casi, la città o l'utilità potrebbero richiedere l'accesso temporaneo alla proprietà per manutenzione, sondaggi o altri motivi. Se riceve un pagamento per tale accesso è considerato reddito, e deve essere segnalato sul modulo 1040, riga 21 come altro reddito.

Conservation Easements

Le servitù per la conservazione si dividono in diverse categorie: conservazione di terreni per parchi, attività ricreative, habitat naturale per la fauna selvatica; spazio aperto (compresi terreni agricoli e ranch); e conservazione delle strutture storiche. Ai fini fiscali, i servitù di conservazione sono trattati come donazioni all'organizzazione che sovrintende alla conservazione della proprietà. Generalmente, l'IRS non consente contributi di proprietà parziali, ma ha fatto un'eccezione per i contributi di conservazione qualificati che sono destinati a beneficiare del pubblico. Per qualificarsi come servitù di conservazione che può essere utilizzata come donazione a fini fiscali, la L'IRS ha requisiti rigorosi: l'organizzazione deve essere un'entità governativa o un'organizzazione caritatevole, educativa, letteraria, religiosa o scientifica sostenuta pubblicamente; o deve essere un'organizzazione controllata e gestita a beneficio di un'unità governativa o di un'organizzazione benefica sostenuta pubblicamente.

Edifici storici

Le servitù storiche sono una categoria popolare di servitù per la conservazione. Se la tua proprietà si trova in un distretto storico registrato, puoi concedere un servitù dell'esterno dell'edificio, spesso chiamato servitù per le facciate, a un'unità governativa o un'organizzazione finanziata pubblicamente dedicata alla conservazione dell'architettura storica nella tua zona. Le servitù qualificate devono soddisfare tutti questi requisiti: la restrizione deve preservare l'esterno dell'edificio e proibire qualsiasi cambiamento che interferisca con le sue caratteristiche storiche; tu e l'organizzazione dovete dimostrare per iscritto che lo scopo dell'organizzazione è la conservazione e ha le risorse per far rispettare le restrizioni costruttive; e devi includere una valutazione scritta, fotografie dell'esterno dell'edificio e un elenco di restrizioni sulla zonizzazione, la costruzione, ecc., che l'organizzazione caritatevole intende applicare.

Prendendo la detrazione di risparmio di conservazione

A causa dell'abuso della facciata e di altre detrazioni per lo storno di conservazione storica, l'IRS richiede più documenti di supporto che per altri tipi di detrazioni di beneficenza. Dovresti assicurarti di includere i documenti necessari (valutazione e dichiarazioni da parte dell'organizzazione di conservazione) quando presenti la dichiarazione dei redditi per evitare un ritardo o un'ulteriore richiesta di detrazione. Come con tutti i contributi di beneficenza, storico, facciata e altri servitù di conservazione sono riportati su Form 1040 Schedule A Deductions Itemized. Sei limitato a un totale del 50 percento del tuo reddito lordo rettificato (AGI) al netto di ogni altro contributo che tu fai ad altri enti di beneficenza. Puoi riportare parte del tuo contributo non utilizzato all'anno successivo.

Penali per sovradimensionamento del valore

Le penali per l'abuso di detrazioni per la servitù di conservazione sono valutate in base all'importo del valore sovrastimato e all'importo della tassa sottopagata e possono arrivare fino al 40% dell'importo di cui è stata sottopagata la tassa. Prendi in considerazione attentamente qualsiasi organizzazione che prometta una grossa riduzione delle tasse e scegli un esperto stimabile per determinare un valore accurato della proprietà che stai concedendo all'organizzazione. Assicurati di includere tutti i documenti giustificativi richiesti dall'IRS quando presenti le tasse. Consultare la Pubblicazione IRS 526 Contributi di beneficenza per ulteriori dettagli e fogli di lavoro utili per il calcolo della detrazione.


Video: RIMBORSI SPESA AMMINISTRATORE SOCIETA’ – RISPARMIA SULLE TASSE