In Questo Articolo:

Sappiamo tutti che c'è qualcosa di profondamente sbagliato nel modo in cui chiediamo agli studenti di pagare per il college. Sono lontani i tempi in cui si potevano coprire le tasse scolastiche con un lavoro estivo a salario minimo. Ma c'è la consapevolezza che il sistema è fasullo, e poi si vedono le tasse universitarie come una pluralità di entrate annuali.

Il think tank Demos ha pubblicato un nuovo rapporto, "The Unffordable Era: A 50-State Look at College Prices and the New American Student". I ricercatori hanno calcolato quale percentuale del reddito scolastico di una persona da un'istituzione pubblica viene assorbita da un dato demografico. I risultati sono sbalorditivi, anche se sei preparato per numeri ridicoli.

Le famiglie bianche possono aspettarsi di spendere un quinto del loro reddito medio in lezioni. Per le famiglie Latino, quel numero è un terzo, e per le famiglie afro-americane è completamente mezzo. Questa è solo una media nazionale, appiattita - scavare nei dati stato per stato e in alcuni casi, è molto peggio. Dato che ciò riflette i prezzi delle università statali e dei college comunitari, si può presumere che le istituzioni private sostengano un onere molto più elevato, a seconda dell'aiuto finanziario.

Anche la spesa pubblica per l'istruzione è diminuita considerevolmente dall'inizio del millennio. Come afferma il rapporto, "In 49 su 50 stati, il college pubblico è meno pubblico rispetto al 2001. "L'intero studio ha implicazioni enormi per cose come il debito degli studenti e disparità razziali nelle opportunità di carriera e nell'accumulazione di ricchezza. È una situazione difficile per chiunque cerchi di ripagare l'istruzione superiore, ma con dati come questo, almeno è chiaro che questa lotta iniziò con una ripida salita.


Video: ALLE PORTE DELLA FOLLIA - Mauro Scardovelli e Alberto Micalizzi (banche, economia e spiritualità)