In Questo Articolo:

I baristi impiegati nel settore del ristorante, della discoteca o dell'ospitalità possono beneficiare di una serie di agevolazioni fiscali. Sebbene l'Internal Revenue Service non fornisca crediti fiscali specifici per i baristi, si qualificano per molte detrazioni generali. Alcuni di questi includono le spese di viaggio, abbigliamento, attrezzature professionali e suggerimenti assegnati.

Quali sono le cancellazioni fiscali che un barista può prendere?: cancellazioni

Le cancellazioni fiscali per i baristi si applicano anche al personale di servizio.

Gas e chilometraggio

L'IRS consente ai baristi di detrarre le spese di viaggio da e verso il lavoro sulle loro dichiarazioni dei redditi. Alcune condizioni si applicano, ma questa deduzione è abbastanza semplice da rivendicare. Il tasso di chilometraggio standard include il deprezzamento del gas e del veicolo. Applicare questo come una spesa di trasporto locale a 55,5 centesimi al miglio a partire dal 2011. È necessario possedere o noleggiare il veicolo e hanno richiesto il tasso di chilometraggio standard dal primo anno è stato utilizzato per lavoro o la parte del periodo di leasing post 1997. Baristi sostenendo questa detrazione utilizzare IRS Form 2106-EZ. Solo il chilometraggio utilizzato per i viaggi d'affari è ammesso alla detrazione.

Scarpe e uniformi

Molti baristi indossano uniformi richieste e talvolta scarpe speciali. Indipendentemente dal fatto che indossi un'uniforme in stile smoking o solo una maglietta con il logo della società, se non ti viene fornito o rimborsato per tali articoli, detrali. Infatti, anche i costi di lavaggio a secco della tua divisa sono deducibili. Scarpe di sicurezza speciali arricchite con suole antiscivolo o punte con punta in acciaio sono deducibili così come grembiuli, targhette identificative e altri accessori uniformi.

Strumenti di lavoro e forniture

Alcuni stabilimenti per bere non forniscono strumenti di lavoro come cavatappi, apribottiglie, scuotitori, filtri, muddlers o rompighiaccio ai loro baristi. Se è necessario portare il proprio kit o strumenti da bar su base regolare, detrarre le spese di tali articoli correlati al lavoro ogni anno. In sostanza, qualsiasi tipo di strumenti o forniture essenziali per le prestazioni lavorative personali, ma non coperti dal datore di lavoro, sono soggetti a detrazione fiscale, secondo il sito web del servizio fiscale L & B.

Istruzione e formazione

Alcuni ristoranti, locali notturni e taverne richiedono baristi e server per partecipare a attività di formazione extrascolastiche, programmi e seminari. Ciò include seminari di degustazione e abbinamento, lezioni di preparazione dei cocktail, corsi di sensibilizzazione sull'alcol e corsi di certificazione del barista. Se il tuo datore di lavoro non paga la formazione obbligatoria e i programmi di istruzione legati al lavoro, deduci anche queste spese sulla tua dichiarazione dei redditi.

Tip-Out e costi di servizio

In nessun caso i baristi sono tenuti a pagare tasse sul reddito che non sono autorizzati a mantenere. I baristi che partecipano a programmi di condivisione dei suggerimenti, o assegnano una parte dei loro consigli ai colleghi, sono autorizzati a richiedere questi contributi come detrazioni fiscali, secondo il sito web Wiser Waitress. Per tutto l'anno fiscale, tenete una registrazione dettagliata di quanti consigli sono stati guadagnati, quanto è stato contribuito e a chi. Spesso, i datori di lavoro si riservano il diritto di trattenere una percentuale dei consigli di una carta di credito del barista per coprire le spese di elaborazione. In questi casi, richiedi queste detrazioni come spese di lavoro quando prepari il rimborso dell'imposta sul reddito.


Video: FACEBOOK ci copia la vita. Accetta o Muori !