In Questo Articolo:

Quando diventi disoccupato senza colpa tua, hai il diritto di presentare domanda di sussidio di disoccupazione. L'agenzia di disoccupazione del tuo stato condurrà un'indagine sulla disoccupazione contattando il tuo ex datore di lavoro per sapere se hai diritto a tali benefici. Se dichiari di essere idoneo per le indennità di disoccupazione e il tuo ex datore di lavoro afferma di non farlo, lo stato potrebbe decidere di non concederle tali benefici.

Legge federale sulla disoccupazione

Ai sensi della legge federale sulla disoccupazione, i datori di lavoro devono pagare una tassa di disoccupazione su tutti i loro dipendenti salariati. Il tuo datore di lavoro ha la responsabilità di pagare le tasse di disoccupazione federali e statali per garantire che gli ex dipendenti abbiano un qualche tipo di reddito se debbano diventare disoccupati. I datori di lavoro possono pagare il 6 per cento su ciascuno dei salari dei loro dipendenti fino a $ 7.000 ogni anno per dipendente secondo gli standard federali. La maggior parte degli stati ha adottato un limite salariale superiore a $ 7.000. Se i datori di lavoro pagano le tasse statali in tempo, ricevono un credito fiscale del 5,4% che fa scendere le loro aliquote fiscali federali su ciascun dipendente qualificato allo 0,6% delle retribuzioni di ciascun dipendente.

Tasse dei datori di lavoro

Un datore di lavoro deve pagare la tassa federale di disoccupazione quando ha impiegato almeno un dipendente per almeno 20 settimane di calendario all'anno o se ha pagato $ 1.500 o più a un dipendente durante un trimestre di un anno solare. I datori di lavoro devono anche pagare le tasse statali. Lo stato deposita queste imposte sul suo conto nel Fondo fiduciario per disoccupazione nel tesoro federale. Lo stato ritira questi fondi quando i residenti dello stato rivendicano e si qualificano per sussidi di disoccupazione.

Indagine di disoccupazione

Quando invii un reclamo per il pagamento delle indennità di disoccupazione, il tuo stato conduce un'indagine per determinare la tua idoneità a tali benefici. Lo stato contatta il tuo precedente datore di lavoro e richiede informazioni sulla tua separazione dal lavoro. Per assegnare i sussidi di disoccupazione, lo stato deve stabilire che sei diventato disoccupato senza colpa tua. Se il tuo datore di lavoro segnala qualcosa in contrario, lo stato potrebbe negarti i benefici.

Processo di ricorso

Se ti vengono negati i sussidi, puoi fare ricorso contro tale decisione. Un difensore, che agisce per conto dello stato, presiede il tuo caso. Hai l'opportunità di presentare prove e testimoni per rafforzare il tuo caso. Il tuo datore di lavoro può anche comparire in udienza per presentare la sua parte del caso. Considera questo esempio: il tuo datore di lavoro ha riferito allo stato che hai lasciato il tuo lavoro senza motivo, e questo rapporto ti ha fatto perdere i sussidi di disoccupazione. Appelli la decisione dello stato. Presenti prove del fatto che sei stato ripetutamente molestato durante il tuo periodo lavorativo e che hai reso il tuo datore di lavoro consapevole di ciò. Le molestie non si sono mai fermate, quindi hai lasciato il tuo lavoro. Lo stato potrebbe decidere che hai lasciato il tuo lavoro per una buona causa.


Video: Marsala, false indennità di disoccupazione. Truffa all'Inps per 300 mila euro