In Questo Articolo:

Un'ultima volontà, un testamento e una procura sono due tipi di documenti legali che servono a due scopi molto diversi. Una persona non può usare un'ultima volontà e testamento per concedere la procura, ma puoi usarne una per nominare un rappresentante personale. Parla con un avvocato per una consulenza legale sulle differenze tra un rappresentante personale e una procura.

Procura

Se vuoi consentire a qualcun altro di prendere decisioni a tuo nome, puoi concedere la procura. Una procura è un documento in cui tu, il principale, concedi a qualcun altro, l'agente o il procuratore di fatto, l'autorità legale di prendere determinati tipi di decisioni. Puoi creare una procura solo se sei un adulto che ha la capacità mentale di prendere le tue decisioni.

Rappresentante personale

Un rappresentante personale è responsabile della sistemazione della proprietà dopo la morte. Una proprietà è tutta la proprietà che possedevi al momento del decesso e sistemare la proprietà significa trasferire quella proprietà a nuovi proprietari. Il rappresentante personale, a volte chiamato esecutore, ottiene il potere dal tribunale di successione. Le mansioni di un rappresentante personale includono l'inventario di tutte le proprietà immobiliari, la liquidazione dei debiti immobiliari rimanenti e il trasferimento di proprietà immobiliari a nuovi proprietari.

Lasso di tempo

Una persona che crea un'ultima volontà e un testamento può nominare qualcuno che funga da rappresentante personale, ma tale persona diventa il rappresentante solo quando il giudice di successione approva la nomina e lo nomina. Un committente può concedere la procura in qualsiasi momento e revocare i poteri dell'agente a proprio piacimento. Tutte le procure cessano in seguito alla morte del principale e nessun agente può continuare ad agire per conto del principale una volta che il principale muore.

potenze

Un procuratore di fatto ha solo quei poteri che il preside decide di concedere. Questi vengono in una miriade di forme, ma in genere includono prendere decisioni sanitarie quando il principale non è in grado di farlo, o condurre affari per conto del principale. I poteri di un rappresentante personale sono spesso simili a quelli che ricevono procure finanziarie, sebbene le due posizioni abbiano responsabilità e origini molto diverse.


Video: BREXIT - ALTA CORTE: NON VE LA DICONO TUTTA!