In Questo Articolo:

I gestori finanziari e gli analisti possono discernere quanto sia redditizia un'azienda basata su indici di redditività. Una società è redditizia quando le sue spese e altri costi associati alla produzione di prodotti o all'offerta di servizi per i clienti sono inferiori ai relativi utili e proventi. Una società non può generare profitto ma essere in grado di rimanere in attività per un certo periodo. Molte start-up orientate alla crescita gestiscono inizialmente la propria attività in base al capitale degli investitori prima di ottenere profitti o guadagni. Tuttavia, un'azienda senza profitto non può sostenere la propria attività a lungo termine.

Tasso di profitto lordo

Otto principali indici di redditività che misurano la redditività di un'azienda. Tuttavia, solo quattro di essi possono essere utilizzati per un'azienda privata. Essi sono: margine di profitto, tasso di profitto lordo, rendimento delle attività e rotazione delle attività. I restanti quattro indici sono: utile per azione, rapporto prezzo-utili, rendimento e rendimento sui coefficienti patrimoniali ordinari degli azionisti. Il margine di profitto è il reddito netto diviso per le vendite nette, mentre il margine di profitto lordo è l'utile lordo diviso per le vendite nette. Il rapporto margine di profitto determina la percentuale di ogni dollaro di vendite che genera reddito netto. Viceversa, il tasso di profitto lordo indica la capacità di una società di mantenere un prezzo di vendita sufficiente al di sopra del costo dei beni venduti.

Return on Asset

Il rendimento sull'asset ratio misura la redditività complessiva delle attività. In altre parole, identifica la quantità di reddito guadagnato prodotta per ogni asset in dollari. Viene calcolato dividendo il reddito netto per il totale attivo medio. Viceversa, il rapporto di rotazione delle attività è determinato dividendo il fatturato netto per il totale delle attività totali. Il rapporto misura quanto efficientemente un'azienda utilizza le sue risorse per generare vendite. Questi rapporti possono variare considerevolmente tra le industrie.

Utile per azione

Qual è il rapporto di redditività?: netto

Gli utili per azione e i rapporti prezzo-utili sono tra gli indici finanziari più frequentemente utilizzati dagli investitori.

L'utile per azione (EPS) misura il reddito netto guadagnato per ciascuna azione ordinaria. Viene calcolato sottraendo prima il reddito netto per dividendi azionari privilegiati, dividendo quindi il risultato per le azioni ordinarie medie in circolazione. Se una società non ha azioni privilegiate, basta semplicemente dividere il reddito netto per le azioni ordinarie medie in circolazione. D'altro canto, il rapporto prezzo / utili (P-E) è determinato dividendo il prezzo azionario per azione per gli utili per azione. Questo rapporto che viene utilizzato più spesso dagli investitori è una misura proiettiva di redditività. In altre parole, il rapporto P-E indica le aspettative degli investitori in merito ai guadagni e alla crescita futuri di un'azienda.

Pagamento e restituzione

Il payout ratio misura la percentuale di guadagni distribuiti agli azionisti in dividendi in contanti. Si ottiene dividendo i dividendi in contanti dichiarati sulle azioni ordinarie in entrate nette. Le aziende orientate alla crescita hanno percentuali di pagamento ridotte perché conservano i loro guadagni per reinvestire nel business. Tuttavia, il rendimento del capitale azionario ordinario è calcolato sottraendo il reddito netto dai dividendi azionari privilegiati e dividendo il risultato per l'utile netto. Naturalmente, se la società non ha emesso azioni privilegiate, il valore corrispondente è pari a zero nella formula.


Video: analisi per indici