In Questo Articolo:

Le tasse nel mondo industrializzato prendono una grande fetta di reddito personale. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che lo stato industriale e militare è costoso. Gli Stati Uniti mantengono una forte presenza militare in dozzine di paesi mentre corrono grandi debiti e deficit commerciali. Di conseguenza, il 20 percento dei percettori di reddito in America paga il 70 percento di tutte le tasse dovute a tutti i livelli, ma anche i percettori di reddito bassi pagheranno anche la loro quota di tasse.

percentuali

Il "New York Times" ha riferito l'8 aprile 2009 che l'americano medio ha pagato il 20,7% di tutte le sue entrate in tasse federali. Questo non includeva le tasse statali e locali. Il più alto 20 percento dei percettori di reddito ha pagato quasi il 26 percento del proprio reddito in imposte sul reddito federali personali, mentre realizza quasi il 56 percento di tutte le entrate. L'1% più alto degli americani ha ricevuto un quinto di tutto il reddito americano pagando il 28% del proprio reddito in tasse federali.

Tasse sul reddito

I calcoli del centro di politica fiscale differiscono dal "New York Times" - solo leggermente. I ricercatori del Tax Center Rosanne Altschuler e Roberton Williams hanno calcolato che l'americano medio paga il 18 percento del suo reddito in tasse federali ogni anno. Quelli che guadagnano oltre 1 milione di dollari pagano il 27% di questo ogni anno in tasse federali. Usando come base il Prodotto interno lordo, il Centro imposte sostiene che gli americani pagano annualmente circa il 27% del valore dell'intera economia nazionale americana in tasse federali. Questo è abbastanza basso rispetto ad altri stati industrializzati, che pagano quasi il 36% del proprio PIL in tasse ogni anno. Tuttavia, le loro imposte sul reddito personale sono generalmente inferiori. Il governo americano ottiene circa 37 delle sue entrate attraverso le imposte sul reddito personale, mentre gli stati europei ottengono circa il 27%.

Giorno della libertà fiscale

La Tax Foundation ha sviluppato una misura di quanto l'americano medio paga in tasse ogni anno. Tax Freedom Day è il giorno in cui il lavoratore ha pagato tutti i suoi debiti fiscali e ora può lavorare per se stesso. A partire dal 1° gennaio, Tax Freedom Day calcola quanti giorni un americano deve lavorare per soddisfare tutti i suoi obblighi fiscali annuali a tutti i livelli. Nel 2011, questo giorno è il 12 aprile. In altre parole, l'americano medio deve lavorare otto ore al giorno, cinque giorni alla settimana dal 1° gennaio al 12 aprile per saldare gli obblighi fiscali a livello federale, statale e locale. L'ultimo Tax Day della libertà era il 1 maggio 2000. Tuttavia, la Tax Foundation sottolinea che se il governo federale non prendesse a prestito e finanziasse tutte le proprie spese con le sole tasse, allora, nel 2011, il Tax Freedom Day non sarebbe stato fino al 23 maggio..

Tax Freedom Day per Stato

Gli oneri fiscali non sono gli stessi in tutta l'America. Utilizzando il metodo del Freedom Day, la Tax Foundation ha calcolato che il cittadino del Connecticut non ha pagato i suoi obblighi fiscali totali fino al 2 maggio 2011. Il New Jersey non era molto indietro al 29 aprile, mentre i newyorkesi iniziarono a lavorare da soli il 24 aprile, 2011. Mississippi era il miglior stato fiscale, dal momento che i residenti non hanno completato i loro obblighi fiscali il 26 marzo 2011.


Video: Zibordi spara a zero sul Debito Pubblico!