In Questo Articolo:

Un venditore domestico può offrire un mutuo finanziato dal proprietario o finanziato dal venditore se ha avuto difficoltà a vendere una casa usando mezzi più convenzionali, il che può essere il caso di proprietà speciali o di un acquirente che ha problemi a ottenere finanziamenti. Il contratto tra l'acquirente e il venditore delinea tutti gli accordi tra le due parti. Mentre tutto può sembrare regolare durante il processo di pagamento, questo può cambiare se il venditore muore prima che il prestito venga pagato.

Nota ipotecaria

Se l'acquirente ha eseguito una nota di ipoteca per l'acquisto della casa, la casa è intitolata a nome dell'acquirente. Mentre il mutuatario di solito è proibito dall'assegnare i suoi obblighi senza permesso, queste restrizioni generalmente non esistono per l'acquirente. A meno che il mutuo non avesse una clausola che affermasse esattamente cosa accadeva alla morte del venditore, il mutuo sarebbe stato trasferito nella proprietà del venditore e l'acquirente avrebbe effettuato i pagamenti al rappresentante fino a quando il processo di successione non avesse determinato chi era il proprietario del mutuo.

Rent to Own

Un accordo da affittare non è così solido. Gli obblighi derivanti da un contratto che delinea l'accordo da contratto a privato dovrebbero comunque essere trasferiti agli eredi del venditore. Tuttavia, un accordo più informale potrebbe causare problemi. Con un affitto da possedere, la casa è ancora intitolata nel nome del venditore. Se l'acquirente non è in grado di dimostrare di avere un contratto di affitto, il titolo della casa può essere trasferito alla proprietà del venditore e distribuito agli eredi venditori. L'acquirente sarebbe un noleggiatore in questo caso e soggetto a sfratto con preavviso secondo le leggi dello stato, perdendo i soldi che ha pagato.

Linguaggio contrattuale specifico

Se un acquirente stipula un mutuo finanziato dal venditore, deve assicurarsi che il contratto, a prescindere dall'acquisto, abbia una certa lingua per proteggerlo nel caso in cui il venditore muoia. La nota di ipoteca o contratto di affitto a proprio deve indicare specificamente che il contratto è vincolante per i successori e gli assegnatari del venditore, a meno che il venditore non voglia annullare la nota di ipoteca alla sua morte. Se questo è il caso, l'acquirente non dovrebbe pagare l'ipoteca dopo la morte del venditore.

Metodi di finanziamento del venditore preferiti

Una proprietà finanziata dal venditore in cui il titolo è trasferito all'acquirente e il venditore detiene una nota ipotecaria ufficiale che garantisce il prestito è il miglior accordo per tutelare i migliori interessi dell'acquirente. Anche in questo caso un venditore può vendere l'ipoteca per un pagamento anticipato in contanti. Gli accordi stipulati o stipulati rappresentano il rischio maggiore per l'acquirente e dovrebbero essere esaminati attentamente da un avvocato per accertarsi che tutti siano protetti in caso di decesso del venditore.


Video: Zeitgeist Addendum